venerdì 25 aprile 2008

la rabbia e l'orgoglio

L'ho scritto un anno fa.
Sembra ieri.


Per loro stessa natura, i fascisti sono strutturalmente dei codardi. Esseri meschini che usano la violenza perché è l'unico linguaggio che conoscono; fanghiglia respirante che si fa viva solo quando un vento mefitico comincia ad alzarsi timidamente, per poi diventare la tempesta della prepotenza e dell'arroganza.
Questo 25 aprile è stato funestato da dichiarazioni politiche terrificanti e disonorevoli, contro cui le alte cariche istituzionali hanno risposto in maniera blanda, generica e senza il nerbo necessario per difendere la già striminzita dignità del nostro piccolo paesino.
Se oggi certi bambocci possono parlare, arricchirsi e vivere in serena armonia nella società, è grazie solo agli eroi che combatterono contro il fascismo e il nazismo.
I vostri eroi, cari elettori di destra, hanno facce sprezzanti e dedite all'insulto, alla malafede e alla falsità storica.
I miei eroi, invece, sono questi:


, , , , ,

1 commento:

Maurizio ha detto...

ALLARME SON FASCISTI!!!
Le anime belle che pensano ancora che la svolta di Fini abbia assicurato all'Italia una destra moderna, liberale e democratica, si documentino: il corso di Manziana (a cinquanta km da Roma) è tappezzato di volantini in cui si denuncia il pestaggio operato da una squadraccia di fascisti (tutti riconosciuti e denunciati: spicca un'accoppiata padre ultracinquantenne - figlio ventenne) ai danni di un ragazzo che attaccava manifesti per ZIngaretti; e si vadano a leggere le cronache sull'aggressione dei sostenitori di Alemanno ai ragazzi che attaccavano i manifesti per Rutelli. A me non piace né Rutelli né il PD (anche se nei ballottaggi li voto), ma questi hanno rialzato la testa, altro che cazzi.