lunedì 1 ottobre 2007

National Geographic
l'ultima onda

Avrei voluto che la vicenda si chiudesse con i post precedenti, ma l'onestà intellettuale (che cerco negli altri e che non riesco mai a trovare) mi impone di dare spazio all'ultimo capitolo della vicenda National Geographic.
Per ovvi motivi ho dovuto comprare il numero uscito in questi giorni, e va detto che nel suo consueto editoriale il direttore ha ammesso la squalifica del Lo Cascio (senza citarlo mai) perché la sua foto era già stata pubblicata... facendo cenno anche ai (marchiani) ritocchi che andavano ben oltre il consentito.
Certo, ad essere pignoli la cosa non è stata ribadita nelle specifiche pagine di rettifica né tantomeno permane incisivamente nel sito ufficiale della (ex) prestigiosa rivista, né i quotidiani hanno mai dato risalto allo scandalo (perché tale era). Ma accontentiamoci di cotanta schiettezza. Siamo in Italia e di più non potevamo certo pretendere.
Vi lascio con il commento di Massimiliano che mi è arrivato nel week end, che apre un altro sofferto capitolo dell'intera vicenda. Purtroppo si apre e si chiude da solo, perché certe cose lasciano il tempo che trovano o che vorrebbero trovare:
Nuove polemiche piovono sul concorso. Alcuni autori pubblicati sul sito lamentano che alla mostra a Milano, delle loro foto non c'era nemmeno l'ombra. NG effettivamente affermava che alcune foto sarebbero state pubblicate sul sito e altre alla mostra. Fatto che gli autori di cui sopra sono stati contattati dalla redazione per avere la foto in alta risoluzione adatta alla stampa. Era ovvio presumere la presenza alla mostra. C'è chi ha affrontato un viaggio Roma Milano per nulla...


Nessun commento: