venerdì 5 settembre 2008

pari opportunità

Mi ci sto impuntando da giorni. Proprio non riesco a uscirne.
Insomma, in Norvegia esiste una sorta di Commissione delle Pari Opportunità. E fin qui, tutto bene, se non fosse per il fatto che è dedicata agli uomini.
Tanto stanno avanti i norvegesi, che una parte consistente dei posti di comando - dalla panetteria sotto casa alla megazienza interplanetaria - è appannaggio delle donne.
Aggiunteci pure che una ministra è sposata, con tanto di figlia adottata. Dov'è la sorpresa? Semplice: la ministra è lesbica.
Del resto il primo cittadino di Berlino è gay, lo era anche quello parigino, così come il leader dei conservatori - dico "conservatori" - olandesi, la candidata conservatrice statunitense alla vicepresidenza è una donna, il candidato progressista statunitense alla presidenza è un nero...
Buon week end.

, ,

Nessun commento: