venerdì 7 novembre 2008

sassolini

Forse devo pensare seriamente a tutelare la mia incolumità, e anche indirettamente quella di chi legge.
Come avete visto, ieri sulla pagina dei commenti dell'edizione nazionale di Repubblica è apparso più o meno il contenuto di questo mio recente post. E fin qui tutto bene, se non per il fatto che a dispetto del titolo io non ero presente (ed era ben chiaro), altrimenti che razza di straordinario dovrebbero pagarmi qui dentro. Se poi qualche PM avesse letto la lettera mi avrebbe dovuto convocare come PIF (Persona Informata dei Fatti), ma non è accaduto. Quindi a Repubblica sanno che non ero presente. Ma non lo sanno i fascistoni che hanno invaso questa sede: e la Redazione ha regalato loro pure il mio nome. Eventualmente dovesse accadermi qualcosa... vi nomino tutti Cavalieri della Tavola Rotonda, così con le vostre spade sguainate libererete il mondo da tutti i mali...
Un'ultima cosa: chi entra qua dentro non può conoscere l'esatta collocazione degli uffici, delle redazioni e degli studi, anche perché le indicazioni dei cartelli sono palesemente non aggiornate. Come diamine hanno fatto questi rozzi a capire immediatamente dove andare resta un mistero...
Così come restano misteriose le motivazioni del tipo che continua a diffamarmi e a scrivere bugie sul mio conto (la ciliegina dell'anonimo commento falso contro di me, fa addirittura sorridere). Certo, è arrivato il momento di parlare con le nostre comuni conoscenze per avvertirle della pericolosità del tipo in questione. Ma anche voi dovreste stare attenti. So che lavora in una banca: se si applica così bugiardamente come bugiardamente vive...

Nessun commento: