martedì 27 ottobre 2009

il sistema Putin

È un sistema in cui si cerca il compromesso tra i gruppi di potere. È un sistema che non ha trovato ancora una soluzione al cancro della corruzione, ma dei cui effetti positivi ha approfittato una fetta sempre maggiore della popolazione. È un sistema che ha retto grazie anche alla forza del prezzo del petrolio, ma che ha saputo creare le riserve attraverso un fondo di stabilizzazione per affrontare la crisi. Senza di esso si sarebbe passati direttamente alla guerra civile. È un sistema con luci ed ombre interne, che ha dovuto affrontare attacchi interni ed esterni di ogni genere, che ha avuto il suo 11 settembre (Beslan), anche se molti in Occidente sembrano esserselo dimenticato. È un sistema in transizione, non punto di approdo.

È un frammento della lunga intervista a Stefano Grazioli, giornalista specializzato sulla Russia, autore del libro di recente pubblicazione GazpromNation. Il sistema Putin e il nuovo Grande Gioco in Asia Centrale.

Nessun commento: