venerdì 30 ottobre 2009

Stefano Cucchi

Ne avevo già parlato qui: adesso su Facebook ci sono le foto del cadavere di Stefano Cucchi che dimostrano senza ombra di dubbio come sia stato massacrato dalle Forze dell'Ordine.
Non guardatele per puerile curiosità, ma per farvi molte domande.
Non è la solita arida polemica contro i poliziotti, di cui è colma la tradizione cattocomunista; sono l'ultimo cui si può addebitare un meccanismo simile.
È che in Italia ormai chiunque può fare quello che cazzo gli pare, infangando e mortificando princìpi, divise, istituzioni e giuramenti (di Ippocrate, in questo caso) nel nome di un'impunità generalizzata e culturalmente accettata da tutti, che dobbiamo rimettere nei giusti binari.
Non si muore, e certo non così, per la ridicola detenzione di qualche stupida canna. Finora queste foto le avevo viste solo nei documentari sulla Shoah o in quelli sulle dittature degli anni '70!

1 commento:

Anonimo ha detto...

I pestaggi avvengono a causa dei fascisti come te che popolano le forze dell'ordine e non dei cattocomunisti