giovedì 19 novembre 2009

ipocrisie

Ogni santo giorno le notizie ci rincorrono. Non informano e non formano, rendono solo nota qualcosa che già possiamo immaginare: è come stare in un recinto, dove non entra niente di nuovo se non la pastoia che noi stessi come galline richiediamo.
Da questa prospettiva del mio ufficio, mi diverte vedere emerite teste di cazzo parlare di diritti, di educazione e di etica, quando loro sono i primi a comportarsi da bestie.
Unendo i due punti dei due paragrafi di questo post, mi viene spontaneo farmi un automonito.
Questo:


Nessun commento: