martedì 20 aprile 2010

perdona poco, dimentica tanto

Forse sto invecchiando, forse ho degli standard elevati (che poi non è vero, ma lo scrivo per pura prassi), forse ho visto tanti film (stavo per scrivere "troppi", e non sarebbe stato giusto), ma faccio sempre più fatica a trovare film che mi piacciano veramente.
E Perdona e Dimentica proprio non mi è piaciuto.
Happiness mi aveva addirittura divertito; quel modo tutto ultimaltmaniano di proporre la sceneggiatura mi aveva convinto della bontà di Todd Solondz, tanto che non vedevo l'ora di vedere la sua ultima fatica... insomma, le solite cose che si scrivono in queste occasioni.
Invece che noia, ragazzi, che noia.
E quando il film è finito, ero così distratto dal capire quale vino avrei dovuto aprire per la serata, che solo la gomitata di mia moglie mi ha riportato nella dura e cruda realtà.
Insomma, lasciate proprio perdere. Certo, il titolo inglese ha un significato più preciso, ma quello italiano è una premonizione: perdono il regista per questa cazzata che mi dimenticherò il tempo che impiegherò per tornare a casa.

Nessun commento: