giovedì 20 maggio 2010

la rete vive di libertà

A proposito della concreta minaccia di censura/chiusura del web italico, uno gira tra i siti preferiti e ti trova questo

Dato che una delle qualità del buon legislatore è l'ascolto, non sarebbe il caso di fermarsi, riflettere e comprendere le loro ragioni? Pensando che cosa comporti davvero per le esistenze quotidiane dei cittadini fare di internet un luogo in cui all'intelligenza collettiva si sostituiscono le sanzioni e si chiede a chiunque apra bocca di farlo con l'autorità (e le responsabilità) di un professionista o di tacere. Tirare il fiato, dunque. Magari per scoprire tutti insieme che, pur con i suoi pregi e difetti, la Rete ci piace di più così com'è.

Dimenticavo: da FareFuturo

Nessun commento: