martedì 31 agosto 2010

il delirio dei presuntuosi

Più volte ho elogiato l'acume di Christian Rocca, pur non condividendo buona parte dei suoi pensieri. Ma da quando è passato al Sole24Ore (inciampando su pensioni anticipate di alcuni colleghi, ma ben difeso dai suoi accoliti) ha raggiunto livelli di supponenza e protervia che non gli credevo possibili.
Con quanto vi sto riportando qui sotto - ragionamento stupido che neanche merita replica per quanto offensivo dell'intelligenza altrui, credo che il suo grado di arroganza e presunzione abbia raggiunto un livello ben superiore alle sue riconosciute qualità intellettuali.
Quando è troppo è troppo: da oggi lo tolgo dai miei preferiti. Lui non se ne accorgerà, è ovvio. Ma io sì. Mica sono come Mancuso.

31 agosto 2010 Blog
La baracconata islamista di Gheddafi a Roma mostra tutta l'ipocrisia dei nostri intellettuali engagé. Gridano giustamente alla vergognosa indecenza del leader arabo (che secondo altri espertoni sarebbe leader laico) che prova comicamente a fare proselitismo islamico a Roma. Oh, come sono indignati! Ma di fronte alla moschea a due isolati da Ground Zero danno lezioni di tolleranza, rispetto, multiculturalità e tacciano di razzismo chiunque ponga il problema dell'opportunità di una scelta del genere. Gheddafi no, moschea a Ground Zero sì. La differenza? Berlusconi.

Nessun commento: