lunedì 27 settembre 2010

inform azione

Profumo non si è dimesso, ma l'hanno preso a calci.
La casa monegasca presumibilmente di Tulliani non è comunque frutto di truffa ai danni del contribuente.
La domanda è: ma di cosa stiamo parlando?

Nessun commento: