mercoledì 6 ottobre 2010

Bondi al contrario

Lo sapete:
"La prima sezione del Tribunale civile di Firenze ha sollevato il dubbio di costituzionalità sulla norma della legge sulla fecondazione artificiale (legge 40) con la quale si vieta alle coppie sterili di accedere alla fecondazione eterologa, con ovuli o seme donati da persone esterne alla coppia"
E Bondi cos'ha immediatamente sparato, con quella sua insopportabile vocina atonica?
"È una sentenza che pone un problema grave per la nostra democrazia. In quanto la sovranità del Parlamento viene intaccata parallelamente alla percezione della sparizione di autorità di garanzia"
È evidente che al signor Bondi non sia assolutamente venuto in mente che è vero l'esatto contrario.
Certo, a parlare in francese, credo che alcuni dei nostri cari presenzialisti dei miei stivali si siano presi un sonoro calcio nel culo. Chennesò: Rutelli, Ruini, Ferrara, l'intero Pdl senza i finiani (che ad onor del vero anche durante il referendum si erano tenuti defilati).
Anch'io la voglio sparare grossa: per sconfitte giuridiche meno eclatanti certi galantuomini o chiedono scusa o addirittura si dimettono. Vedremo, invece, cosa s'inventeranno i nostri cattolicardi roccellati pur di insultare la Ragione e il Buon Senso. Del resto una bestemmia "contestualizzata" dà sempre qualcosa in cambio.

Nessun commento: