lunedì 20 dicembre 2010

adesso tutti a giustificarlo, via!

Nuove foto dell'aggressore di Cristiano

da Repubblica

Dài, va sempre così.
Anzi, magari proporrei un concorso: trovate voi le solite frasette giustificatrici che tireranno fuori un po' tutti quanti per questa specie di modello. E, se permettete una frase demagogica: complimenti ai genitori di Manuel De Santis, veramente complimenti.

4 commenti:

Aldo Presti ha detto...

Aspettiamo con pazienza di vedere cosa accade, e quali siano le "motivazioni" (?) del comportamento di questo giovane. Può darsi che accadrà quel che tu dici. Vediamo. Una cosa mi sento di dire sui genitori (che non conosco, ovviamente, e che non so se nel frattempo abbiano per così dire "esternato" in maniera poco approriata): una parte di responsabilità su come sono i propri figli i genitori ce l'hanno sempre. C'è però una linea oltre il quale il genitore, anche il più avveduto ed esemplare, non può arrivare, nè prevedere, nè intervenire più per modificare. Non lo sapevo prima (essendo stato un figlio modello) quanto fosse duro il mestiere di genitore. L'ho scoperto quando il testimone è passato a me. Un saluto caro, dopo una lunga assenza dal tuo blog. Ciao.

AL ha detto...

Ma, infatti, preferisco questo tuo approccio a quelli che sto leggendo - e leggeremo, vedrai.
Un caro saluto a te, e... regalati il mio romanzo :-0

Aldo Presti ha detto...

Abilissimo, tra una considerazione e l'altra, con noncurante semplicità segnala, a chi non se ne fosse ancora accorto (ma chi?), che ha scritto un secondo libro, e che si trova da Feltrinelli dopo qualche giorno dalla richiesta, e che per chi è a Roma l'autore autografa la copia acquistata, e che siamo, se non erro, già a due buone recensioni. Mi era sfuggita tutta la vicenda. :) :) PS Sarà un caso ma la parola per la verifica è Prize: un segno degli dei?

AL ha detto...

notevole, veramente notevole...
ciao, Alessandro