lunedì 17 gennaio 2011

poi non ditemi che sono paranoico:
Sofri jr proprietario del sito di Fini

Il giornalista di sinistra Luca Sofri, creatore dei siti Il Post e Wittgenstein, è registrato come amministratore del sito di Futuro e libertà, il partito di Gianfranco Fini. Lo si scopre con una semplice ricerca su Nic.com, grazie alla quale si possono verificare i “proprietari” delle varie pagine Internet. Insieme al suo nome c'è anche quello del padre Adriano.
Digitiando su Google l’indirizzo email posto sotto il nome dell’amministratore del sito di Futuro e libertà appare la stessa mail che è segnalata nella pagina Facebook che sponsorizza La notte che Pinelli, il libro di Adriano Sofri. Gli amministratori della pagina del social network in questione sono proprio loro: Luca Sofri e Adriano Sofri. Se è proprio quel che sembra, dunque, che cosa c’entra Luca Sofri con il gruppo che fa capo a Gianfranco Fini? Il conflitto c’è. E si vede.

Fonte: Lettera 43

3 commenti:

marco d ha detto...

(lo dico senza ipocrisia, veramente per capire). cosa c'è di male se Sofri è l'amministratore del sito di FEL?

AL ha detto...

Uhm, il fatto che non te ne accorga mi meraviglia, considerata la qualità del tuo blog e dei tuoi testi; e qui sono io che lo dico senza volerti offendere... spero che tu lo sappia/capisca.
Detto ciò, va anche sottolineato come il fatto che tu non te ne renda conto (nonostante - appunto - la qualità del tuo pensare), significa che il terzismo furbetto di Sofri & co. ha più forza e virulenza di quanto io abbia immaginato/denunciato.
Sono personaggi deleteri, pericolosi e dannosi.
E se hai tempo e voglia, segui le cose che ho scritto su di loro (clicca sui due tag, insomma), e capirai ancor di più perché comunque sia sbagliato che una persona di sinistra sia anche titolare di un sito che di sinistra non è; specie - ariappunto - se si chiama Sofri.
Un caro saluto, e grazie (veramente) per il commento e per l'attenzione con cui segui i miei deliri,
Alessandro

Marco D ha detto...

leggerò con interesse, per capire (e grazie per i complimenti, immeritati, ma me li porto a casa volentieri :) )