martedì 20 settembre 2011

#Carnage - dedicato ai fighetti, ai garantisti e ai buonisti

Stavo giusto pensando che a me Roman Polański non è mai piaciuto, Pianista compreso. Eppure, da bravo operaio del cinema, i suoi film me li sono cuccati tutti. Pervicacemente. Prima o poi il miracolo si sarebbe avverato. Mai, però, avrei immaginato di così tanta perfezione, spessore e qualità.
Carnage è un film perfetto, sotto ogni punto di vista: sceneggiatura, fotografia, montaggio, recitazione, musica (rada, ma esatta e puntuale), messa in scena cinematografica (difficilissima, perché nasce da una mentalità chiaramente teatrale), tempi, scelte tecniche ed estetiche.
Non c'è niente di sbagliato in questo film, proprio niente.
Anzi, la cosa che mi fa più incazzare è che adesso potrei anche chiudere questo blog. In questo film, infatti, sono perfettamente rappresentate tutte quelle ipocrisie, grettezze, sporcizie, buffonate e falsità che io cerco disperatamente di raffigurare ogni santo giorno. Tutte.
Buona visione.

Nessun commento: