lunedì 20 agosto 2012

la vista di un gigante

Ogni viaggio è come la fine dell'anno: mi faccio sempre milioni di propositi; alcuni li seguo; molti, troppi, li rimando.
Questa volta, però, è stato il viaggio stesso una sorta di lezione. Ogni gesto che comportava dolore, subiva un monito granitico: ricordati che Alberto fa tutto con un solo occhio, e sempre col sorriso.
Una lezione forse didascalica, magari ovvia, però intrinsecamente concreta.
Insomma, ho visto più cose dal suo occhio che dai due miei.
Ne riparleremo.

Nessun commento: