venerdì 26 ottobre 2012

primarie? tramite il web? bah

Sulle primarie posso pure avere torto, per carità: io le trovo stupide, e le ho sempre viste come un'immensa buffonata; perlomeno qui da noi. Però, ripeto, magari sbaglio, e quindi passo oltre.
Quello che mi sfugge, insomma, è il metodo per parteciparvi, passando obbligatoriamente (sembra) per il web.
Ora: che il gap informatico italiano sia ancora immenso, è un dato di fatto che però andrebbe combattuto e scongiurato. Non ci piove: bisogna aiutare quelli dalla mia età in su a saper usare i rudimenti della tecnologia.
Poi: che in Italia la copertura tecnologica sia minuscola e mal attuata è altra cosa ovvia. 
E quindi?
Se sono cose così ovvie, perché passiamo per il web?
Manteniamoci ancora in forma ibrida, no?
Altrimenti, chi non ha strumenti o capacità resta fermo davanti allo schermo spento.

Nessun commento: