giovedì 17 gennaio 2013

camminare dentro i Genesis del 1972

Vedere un concerto è sempre meglio del solo ascoltarlo, ovvio. Questo è un live "antico" dei terzi Genesis, forse la formazione migliore; sicuramente la più coraggiosa. 
Qui rivaluterete, e molto, il ruolo di Steve Hackett: chitarrista sicuramente limitato, ma che ha saputo esplorare bene i suoi difetti, anche con l'aiuto di "trucchi" e soluzioni di rara arguzia. A latere: fa tapping molto prima di certi rinomati assassini delle sei corde.

Nessun commento: