venerdì 22 marzo 2013

#M5S, razza cafona in salsa vegana

Considerato che parte dei miei lettori non segue (giustamente) le minuziose cronache da Twitter, vi do un'estrema sintesi dell'involuzione delle cose politiche: unico tra tutti i partiti (e/o coalizioni), il Movimento5Stelle non ha ancora presentato una proposta di legge che sia una. Sembra che anche oggi non se ne farà nulla, perché durante un briefing nevrotico, ieri sera hanno placidamente ammesso: "come facciamo che un sacco di gente domani non c'è?"
Beppe Grillo (non eletto) si è presentato da Napolitano con le sue ombre ("Triglia" Crimi e "Fascia" Lombardi), pretendendo o LA poltrona o LE poltrone (addirittura Copasir e/o vigilanza Rai), perché secondo loro sarebbero il primo partito eletto dai scittadini. Napolitano ha allungato loro una calcolatrice, dimostrando che sono il secondo partito eletto (senza contare l'aggregato delle coalizioni, dove addirittura sarebbero terzi). A riguardo, è illuminante lo sfogo del Senatore Broglia.
Uscendo da una porta laterale, «per sfuggire ai giornalisti, ai cameramen e ai fotografi che lo inseguivano a bordo di moto e scooter, l'auto di Beppe Grillo, uscita dal Quirinale, è passata 3-4 volte col rosso, ha preso la corsia preferenziale di corso Rinascimento e ha effettuato un paio di inversioni a U dove non era consentito» (come riporta il Corriere della Sera).
Intanto, i senatori "dissidenti" del Movimento5Stelle pubblicavano degli inquietanti autodafé nei loro profili Facebook... già, parlano solo tramite social, questi bananoidi senza coraggio: del resto hanno appena "assunto" due responsabili delle comunicazioni (anch'essi non eletti) che per prima cosa hanno proclamato un silenzio stampa.
Per riassumere ai suoi colleghi bananoidi il confronto con il Presidente della Repubblica, "Triglia" Crimi ha detto: "Napolitano ha ascoltato molto Beppe e Beppe l'ha visto un po' più sveglio rispetto a quello che pensava". Il web e le persone perbene si sono indignate per tanta cafonaggine, e "Triglia" Crimi ha chiesto scusa, ovviamente tramite Facebook. Ma se guardate il video sentirete delle risatine che sottolineano la volgarità di "Triglia"... no, questi cafoni non hanno chiesto scusa, neanche tramite segnali di fumo.
Ricordatevi sempre che questa gente che avete eletto, vuole uscire dall'euro! Così, tanto per fare uno sforzo di responsabilità. 
Concludo con due fatti collaterali. Il primo: Travaglio sta sempre più inseguendo il bananoidismo dei grillini in maniera decisamente preoccupante. Diciamo che c'era da aspettarselo: sicuramente ha perso ogni possibile credibilità professionale e morale. Non certo perché non la pensa come me, ma perché ha deciso di non pensare.
Secondo fatto collaterale: è ormai trasparente ed evidente il fatto che i cosiddetti "giovani turchi" del PD (e l'infantile e irresponsabile Renzi) stiano fermi sulla sponda del fiume ad aspettare che passi inesorabilmente il cadavere di Bersani. Giocare alle faide condominiali mentre il partito richiede unione e strategia collegiale, mette sullo stesso piano questi sciocchi con i peggiori bananoidi. 
Intanto, Daniele Vicari - il regista di Diaz - twitta:

Nessun commento: