mercoledì 13 marzo 2013

Movimento 5 Stelle, l'attimo fuggente si è seduto

Ricordate il retorico ma dolciotto L'attimo fuggente? Nella sequenza finale, parte degli alunni saluta il professore rivoluzionario mentre viene cacciato via: si alzano in piedi sui banchi di scuola, e gridano a gran voce "Capitano, mio Capitano!".


 


Un momento di rara bellezza nella storia del cinema, e nella storia della... retorica più casalinga (se vi fa piacere), che è stato deriso e sminuito più e più volte, forse perché il notevole poeta citato - Wal Whitman - non rientrava nei canoni della nostra polverosa critica postmarxista del cavolo.
Se ben ricordate, non tutti gli alunni si lasciano andare a questa bellissima prova di coraggio, di indipendenza e di amore per le cose belle e giuste: in molti restano seduti, quasi nascosti sotto braccia codarde. 
Mi sono sempre chiesto chi fossero questi monotoni studenti rimasti seduti.
C'ho messo 24 anni, e finalmente l'ho capito solo ieri: sono i grillini.
Guardate bene il video qua sotto: farebbe comodo a un Lombroso più strutturato o anche un amante della sociologia più seria. 
Qui i deputati grillini provocano l'Italia dei perbene con un tono e una miseria intellettuale che ci porteremo addosso per molto tempo. Sembra di assistere alla scena topica di un film violento: dopo aver stuprato una donna o massacrato di botte qualcuno, lo deridono con tono di sfida.
Se un giorno dovessi mai raccontare a qualcuno dov'è che si capiva chiaramente e nitidamente la seria pericolosità del Movimento 5 Stelle, indicherò sicuramente questi pochissimi secondi.


Nessun commento: