giovedì 14 marzo 2013

per #M5S lavorare alla Rai è una colpa, a prescindere

Di minacce e insulti ne ho ricevuti spesso, anche prima che il web prendesse il sopravvento sui nostri cervelli. E il comportamento del tipo qui sotto è esemplare sotto ogni possibile forma. 
Non so perché, ma io preferisco le persone malvagie (quindi intelligenti) a quelle cattive (quindi spaventate): le prime hanno ratio, argomenti e anche una logica (se vogliamo); le seconde, invece, sragionano solo per slogan, per luoghi comuni, si appellano a concetti nobili ma per puro scopo istericopersonale, e sempre in compagnia della massa. 
E la massa, si sa, è sempre un'incognita.
Ieri, dopo il simpatico attacco di Grillo a Napolitano, ho buttato giù questo banalissimo tweet.

@minimALessandro
Non mi meravigliano gli insulti del #m5s a Napolitano, fa parte del loro disprezzo per lo Stato: semmai mi meraviglia che sappiano chi è

@marlaw

@minimALessandro ragazzi per la cronaca questo è un fassino che fa propaganda e lavora alla RAI !! @leonardometalli gli dici qualcosa ??#m5s
(il tipo mette in mezzo un collega giornalista della Rai che ha appena costituito una sorta di sindacato grillino)

@minimALessandro
@marlaw @leonardometalli #m5s Non sono un fassino, e uso account privato, quindi posso esprimermi liberamente. Se vuoi minacciare, ciccia

@marlaw
@minimALessandro @leonardometalli ma che minacce, eviti invenzioni. Piuttosto vergogna. la propaganda fa schifo sempre.

@minimALessandro
@marlaw @leonardometalli Sei troppo insicuro e isterico per un dibattito serio. Coraggio: crescerai

@marlaw
@minimALessandro @leonardometalli non credere di poter offendere con i tuoi mezzucci: #navigati #m5s #poveropaesedove rai con certe persone






Nessun commento: