giovedì 25 luglio 2013

consigli per i vostri #viaggi: evitare il Podere Santa Croce

Raramente vado sul personale, perlomeno contro privati cittadini.
Ma in questo caso, è utile affidarsi al potere del web per scoraggiare e isolare certi personaggi.
E alcuni dettagli neutri vi aiuteranno a capire.
Per iniziare, quindi, date un'occhiata a questo link.
Notate qualcosa di strano, vero?
Ora, date un'occhiata a questo link.
Ebbene, le due cose non corrispondono.
Nella sua totale malafede, il proprietario ha tolto dal proprio sito ufficiale il link diretto a TripAdvisor per metterci al suo posto un furbo screenshot delle sole recensioni positive.
Càpita spesso che certi B+B lo facciano, specie - spiace dirlo - quelli del Sud d'Italia.
Il perché è ovvio: su TripAdvisor finiscono recensioni verificabili, specie dopo le ultime terrificanti polemiche che ne avevano messo in dubbio la credibilità.
In più, TripAdvisor è un sistema che vanta numerosi tentativi di imitazione ma che comunque riscontra sempre grande attenzione anche all'estero.
Fatto sta che il Podere Santa Croce si presenta bellino, quasi simpatico.
Certo, ti presentano il caffè con la macchinetta, la piscina è stracolma di insetti (un qualsiasi giardiniere saprebbe impiantare barriere ecologiche acconce), la stradina per arrivarci è dissestata, la reception lascia un po' a desiderare, la stanza puzzava di muffa, l'acqua costava troppo e il cibo era affaticato da troppe spezie... ma uno ci passa sopra, perché un B+B non dev'essere l'Hilton.
E poi sia mia moglie che io abbiamo dormito in posti decisamente più scomodi e in contesti veramente avventurosi.
Ma ora guardate questa foto
Questo è il collo di mia moglie, il giorno successivo una notte decisamente insonne.
Cosa è accaduto?
Semplice: ha subito 53 punture di pappataci. Dentro la stanza da letto.
Prevengo una facile battuta. Perché io ne sono uscito illeso? Perché faccio uso di farmaci.
Prevengo anche la seconda domanda, sicuramente ingenua. I pappataci sono bestiacce, e quindi? E quindi sono come i topi o gli scarafaggi: in natura ci sono, ma non negli ambienti puliti, soleggiati e curati.
In sostanza, se un ambiente chiuso ospita pappataci, che quasi non volano e tendono a non emigrare se non tramite ospiti inconsapevoli e comunque in ambienti promettenti, vuol dire che questo ambiente è sporco, zozzo, mal tenuto, poco areato, mai soleggiato.
Se trovate bestiacce simili dentro una stanza, vuol dire che c'è qualcosa di serio che non va. Anche perché le loro punture sono anche pericolose e potenzialmente portatrici di leishmaniosi, che non è certo il massimo.
Ora, cos'ha fatto il proprietario? 
Privatamente ha farfugliato scuse di circostanza, fregandosene della foto che vedete e della mia cortesia. 
Dopodiché su TripAdvisor ha fatto lo spiritoso con appunti irriverenti e una malizia provocatoria e insultante, procedendo poi nel suo sito come vi ho detto in apertura.
La Toscana è un posto delizioso, meraviglioso. C'ho lasciato la mia adolescenza, e ancora oggi mi fa venire i brividi solo a pensarci.
Ma evitate accuratamente il Podere Santa Croce. Per stare qualche giorno a Saturnia ci sono mille altri posti pronti ad accogliervi, sicuramente puliti, sicuramente più...

1 commento:

Anonimo ha detto...

A me e alla mia compagna è successa la stessa identica cosa in un agriturismo vicino a Poggibonsi. Dopo la prima notte ci siamo trovati addosso una miriade di punture molto pruriginose. La seconda notte siamo stati entrambi al pronto soccorso di poggibonsi dove ci hanno fatto delle punture di cortisone.
Rientrati in albergo dopo il pronto soccorso abbiamo deciso di dormire in macchina.
Quando ce ne siamo andati abbiamo raccontato tutto al proprietario e la risposta è stata: "mi spiace ma non è colpa nostra"....non un euro di sconto, nonostante siamo stati costretti a dormire in auto perchè la casa era infestata dai pappataci!!