martedì 8 ottobre 2013

Porticus Aemilia di Testaccio, l'inizio della fine

Il monumento di cui vi parlai qualche giorno fa - e su cui nessun giornalista ha ancora fatto un servizio/indagine - è stato già colpito: come si vede dalla foto, qualche beota ha sventrato l'entrata provvisoria.
Viste queste premesse, se passa l'incosciente e scriteriata idea di trasformare il Porticus in un'area giochi, che fine faranno le antiche vestigia romane?
Perché non parlarne adesso che la cosa è ancora evitabile?
Perché aspettare il danno?
Veltroni trasformò il Circo Massimo in un'area per cani, trasformandolo nella latrina a cielo aperto che è oggi, anziché in un gioiello prezioso da curare e valorizzare. Vogliamo continuare lungo questa strada oppure alzare la testa?
Il Porticus Aemilia di Testaccio rischia la stessa identica fine, con il silenzioso placet di giornalisti e politici.

Nessun commento: